Notizie - Lun 16/06/2014 - 12:39 CEST

Il Milan strizza l’occhio a Iturbe: via Kakà e Robinho?

In caso di addio dei brasiliani, quasi 20 milioni da investire sull’argentino.

Il Milan strizza l’occhio a Iturbe: via Kakà e Robinho?Il Milan strizza l’occhio a Iturbe: via Kakà e Robinho?

Il campionato italiano si è abbassato di livello. O meglio, i grandi campioni non ci sono più e bisogna reinventarsi. Si prenda ad esempio la Nazionale italiana: Darmian, del Torino, adesso incanta tutti; così come Immobile, appena prelevato dal Borussia Dortmund; senza dimenticare Candreva, che fa gola al Paris Saint Germain. 

Insomma, si può investire sui giovani. E il nostro campionato ne ha diversi, italiani ma non solo. Iturbe è forse il principale simbolo della folta colonia dei giovani sudamericani presenti nel nostro campionato.Metà paraguiano, metà argentino, nato a Buenos Aires nel 1993, prelevato dal Verona dal Porto. In prestito, con diritto di riscatto. Esercitato a fine maggio, per una cifra intorno ai 15 milioni di euro. Su di lui, adesso, c’è il Milan.

L’addio di Seedorf comporta una cifra importante da spendere sul mercato. Al suo posto, Inzaghi. Due gli acquisti sino ad oggi, entrambi a parametro zero: Alex e Menez fanno parte del nuovo progetto, e Iturbe potrebbe essere il terzo. Servirà, prima, fare cassa. Come? Alleggerendo il monte ingaggi. Con due cessioni illustri: quella di Kakà e quella di Robinho.

Kakà ha ancora un anno di contratto a 4 milioni di euro, Robinho ne ha altri due a 2,5 milioni. Calcolando il lordo, si parla di circa 18 milioni di euro. Più il costo del cartellino di Robinho. Kakà, invece, ha la possibilità di liberarsi gratis, facendo valere una clausola contrattuale impugnabile fino al 30 giugno.

Di seguito, intanto, le quote relative alla prossima partita dell’Italia, nel Mondiale 2014, contro il Costa Rica.

Pross.partita mia squadraItalia

Più articoli